Novità Bonus Casa 2019

Abbiamo raccolto per voi le principali novità intercorse in relazione al Bonus Casa valide dal 1 Gennaio 2019.

Interventi di riqualificazione energetica (Art.1, comma 67, lett. a)

Rispetto alle novità intercorse nel bonus casa con la Legge di Bilancio 2018, viene prorogata la detrazione IRPEF/IRES sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 per gli interventi di riqualificazione energetica.

In relazione alle percentuali di detrazione si specifica che la misura del 65% è riferita alla generalità dei casi mentre l’aliquota ridotta al 50% è riferita agli interventi di :

  • acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi;
  • acquisto e posa in opera di schermature solari;
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto.

Interventi di recupero edilizio e antisismico (Art.1, Comma 67, Lett.b)

Viene prorogata la detrazione IRPEF del 50% sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 per gli interventi di recupero edilizio di cui all’art.16-bis del TUIR fino all’importo massimo di 96 mila euro per unità abitativa.

Resta immutata la disposizione secondo cui per le spese sostenute dal 1 Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2021 per gli interventi antisismici (zona 1, 2 e 3) su costruzioni adibite ad abitazione o ad attività produttive, spetta una detrazione del 50% su un massimale di 96 mila euro per unità immobiliare per ciascun anno, ripartita in 5 quote annuali (con possibilità di aumentare la percentuale al 70% per il passaggio del rischio sismico ad una classe di rischio inferiore e all’80% per il passaggio del rischio sismico a due classi di rischio inferiore).


Bonus Casa 2019: Bonus Mobili ed Elettrodomestici (Art. 1, Comma 67, Lett. b, n°2)

Viene prorogata la detrazione IRPEF del 50% sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 per l’acquisto di mobili / grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni) fino all’importo massimo di 10 mila euro (al netto degli arredi acquistati nel 2018) per unità abitativa.

Gli acquisti di cui sopra devono essere finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero edilizio per i quali si fruisce della detrazione IRPEF e per poter fruire della detrazione relativamente alle spese sostenute nel 2019 è necessario che tali lavori siano iniziati a decorrere dal 1 gennaio 2018.

Si segnala che per gli interventi sul risparmio energetico “non qualificato” (bonus 50%) e per il bonus mobili è stata introdotta una nuova comunicazione telematica all’ENEA (leggi il nostro approfondimento sulla Comunicazione ENEA di Dicembre 2018)


Bonus verde per giardini urbani (Art.1, Comma 68)

Rispetto al nuovo Bonus Verde già presente nel 2018, viene prorogata la detrazione IRPEF del 36% sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 riferite ad interventi di “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione pozzi e “coperture” a verde di giardini pensili e comprende anche le spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Si rammenta che la spesa massima è fissata in 5 mila euro per unità immobiliare ad uso abitativo con obbligo di ripartizione in dieci quote annuali e che il contribuente interessato deve eseguire i relativi pagamenti con strumenti “tracciabili”.

La detrazione è valida anche per interventi effettuati su parti comuni esterne di condominii fino all’importo massimo di 5 mila euro per unità immobiliare ad uso abitativo.

Related Posts