Credito d'imposta energia elettrica

Credito d’imposta energia elettrica

Il Decreto Energia n. 21 del 2022 ha introdotto la possibilità alle aziende che consumano energia elettrica di accedere a contributi straordinari sotto forma di crediti d’imposta.

L’art. 3 del DL 21/2022 riconosce un credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica alle imprese dotate di un contatore di energia elettrica con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW.

Credito d’imposta energia elettrica: cosa dobbiamo sapere

Il credito d’imposta riconosciuto è pari al 12% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica effettivamente utilizzata nel secondo trimestre del 2022, comprovato mediante le relative fatture di acquisto, a condizione che il prezzo dell’energia calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022 e al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento di costo per kWh superiore al 30% rispetto al corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre del 2019.

Il credito d’imposta potrà essere utilizzato entro il 31.12.2022 solo in compensazione con modello F24 e potrà essere interamente ceduto ad altri soggetti compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

Dal punto di vista fiscale, il credito non concorre alla formazione del reddito d’impresa e del valore della produzione ai fini IRAP.

Related Posts