Bonus pubblicità 2017/2018

Bonus Pubblicità: disposizioni attuative

A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale 24/7/2018 n.170 del DPCM n.90/2018 sono state definite le disposizioni attuative del cosiddetto “Bonus pubblicità”.

Il Bonus è fruibile da Imprese, Enti non commerciali e Lavoratori autonomi ed è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti pubblicitari effettuati rispetto a quelli dell’anno precedente ed a condizione che i primi superino almeno dell’1% complessivo l’ammontare degli analoghi investimenti pubblicitari effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

La Commissione UE dovrà autorizzare l’incremento del bonus dal 75% al 90% per micro Imprese, PMI e startup innovative.

Il Bonus può essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite modello F24 trasmesso tramite servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate e va indicato nel modello Redditi.

Bonus Pubblicità: dichiarazione per il 2017

In caso di richiesta credito per il periodo 24 giugno 2017 / 31 dicembre 2017:

1. Dal 22 Settembre 2018 e fino al 22 Ottobre 2018 dovrà essere presentata telematicamente la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” per gli investimenti pubblicitari incrementali sulla sola stampa quotidiana e periodica, anche online, effettuati dal 24 Giugno al 31 Dicembre 2017;

Bonus Pubblicità: comunicazione/dichiarazione per il 2018

In caso di richiesta credito per anno 2018:

1. Sempre dal 22 Settembre 2018 e fino al 22 Ottobre 2018 dovrà essere presentata telematicamente la “Comunicazione preventiva per l’accesso al credito” per gli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali effettuati o da effettuare nel 2018;

2. Dal 1 Gennaio 2019 al 31 Gennaio 2019 dovrà essere inoltrato, in via consuntiva, il modello “Dichiarazione degli investimenti effettuati nel 2018” al fine di confermare o rettificare i dati forniti con la “Comunicazione preventiva per l’accesso al credito” di cui al punto precedente (si segnala che nella Dichiarazione consuntiva per il 2018 l’ammontare degli investimenti indicato non potrà essere superiore a quello esposto nella Comunicazione preventiva).


Si specifica che la Dichiarazione per il 2017 e la Comunicazione per il 2018 dovranno essere presentate separatamente, ancorché abbiano medesima scadenza (22 Ottobre 2018).


Le Comunicazioni preventive per gli anni successivi al 2018 dovranno essere presentate dal 1 marzo al 31 marzo di ogni anno.

L’effettuazione delle spese sostenute deve risultare da apposita attestazione rilasciata dai soggetti legittimati a rilasciare il visto di conformità dei dati esposti nelle dichiarazioni fiscali, ovvero dai soggetti che esercitano la revisione legale dei conti.

Related Posts